Lavoro e Relazioni. Psicologi strateghi della buona vita.

di Claudia Bonasi – Il Mattino 30/06/2018

Lavoro e Relazioni. Psicologi strateghi della buona vita.

La SIPIS – Società italiana di psicoterapia integrata e strategica nata pochi mesi fa a Salerno, ha organizzato ieri pomeriggio al comune, il primo incontro con gli associati provenienti da tutta Italia, annunciando che sarà sempre in città che si celebrerà il primo convegno nazionale. Giovanna Celia, salernitana, classe 1974, ricercatrice, formatrice e psicoterapeuta, una laurea in psicologia conseguita 20 anni fa a Roma, con il marito Mauro Cozzolino, docente di Psicologia alla Università di Salerno, ha creato due scuole di specializzazione riconosciute dal Ministero: una a Salerno (Cipps – Centro Internazionale di psicologia e psicoterapia strategica) e l’altra a Roma ( Scupsis – scuola psicoterapia strategica integrata), oltre alla SIPIS.

«La società, che conta 45 associati è aperta a tecnici ma anche a sostenitori e aggregati non tecnici, come insegnanti, manager, avvocati, commercialisti, che possono fruire, facendo parte della società, di aggiornamenti non tecnici o consulenze legate alla ottimizzazione dei propri obiettivi. Con la Sipis puntiamo a fare conoscere ed utilizzare la psicologia e la psicoterapia oltre i confini della patologia. Lo scopo è tenere insieme psicologi e psicoterapeuti strategici per diffondere l’utilizzo della psicologia e della psicoterapia anche al servizio dei cittadini e delle aziende».

La psicologia strategica può essere utilizzata per raggiungere mete di successo nella propria vita, «non solo per migliorare la salute delle persone, ma anche per stare meglio nel proprio ambito di lavoro, indipendentemente se si ha una patologia o meno – continua la Celia – Può essere necessaria quando si deve prendere una decisione difficile, ma anche quando si vogliono potenziare le proprie capacità».

CELIA: STIAMO CREANDO CON SIPIS UNA RETE D’AZIONE IN SCUOLE E UFFICI TRA LE MISSION VINCERE IL CANCRO

Nelle aziende, ad esempio, i vertici che devono occuparsi dei dipendenti, devono pensare anche al loro benessere psicofisico. «Negli USA, in ogni azienda pubblica e privata, c’è grande attenzione al clima generale di benessere in cui si lavora, necessario ad ottenere risultati professionali soddisfacenti per tutti – continua la psicoterapeuta – Al sud Italia questo concetto va sviluppato, avendo come obiettivo: benessere di gruppo, di rete, di funzionamento sistemico». E fa notare che «oggi il sistema sociale di riferimento e la famiglia, si sono un po’ slabrati con i social. Troppi selfie. Ciò comporta che la società stessa si ammali, non riesca più a porre limiti all’ambizione, all’egoismo, alla violenza. La psicologia strategica può aiutare». A proposito di ambito scolastico, che vive grossi disagi sia da parte degli alunni che del corpo insegnante, con fenomeni di bullismo tra ragazzi ma anche di violenza nei confronti dei docenti, secondo la Celia la psicoterapia integrata aiuta a prevenire le situazioni critiche prima che sia troppo tardi per intervenire.

Eletti nel 2017 «Coppia strategica dell’anno» dalla Milton H. Erickson Foundation tra 122 istituti in tutto il mondo, Giovanna Celia e Mauro Cozzolino, hanno appena iniziato un’importante ricerca all’Istituto Pascale contro il cancro: il metodo Mente-Corpo (Mbt-T) che ci rende capaci di far emergere la resilienza utile anche a superare difficoltà inerenti una malattia.

2018-08-14T22:46:22+00:00