ANNO II– N° 2– aprile/maggio/giugno 2010
Psicologia Clinica Psicoterapia oggi - ANNO II– N° 2– aprile/maggio/giugno 2010

Download PDF

Psicologia Clinica & Psicoterapia Oggi

Periodico trimestrale tecnico scientifico.

L’OMS sotto accusa

 

di Giovanna Celia

 

Cari lettori lo scorso editoriale, tra il serio e l’ironico vi ho parlato del fenomeno mediatico “Influenza A” della quale non si sa più nulla a parte i milioni di euro pagati alle case farmaceutiche, direi inutilmente da molti paesi, compreso la nostra bella Italia. Vi porto degli aggiornamenti, l’OMS è sotto accusa proprio per come ha gestito la famosa influenza. Quali sono le accuse? Innanzitutto si inizia a sospettare che dietro al fragoroso allarme pandemia ci sia stata una questione di business. Infatti gli scienziati che allora lavoravano nell’Oms avevano avuto nel 2004 il compito di stilare le linee guida per i governi in caso di pandemie e quindi lavoravano a stretto contatto con la case farmaceutiche, in particolare con Roche, Glaxo, Smith e Kline, produttrici di farmaci contro i virus influenzali.

E infatti, appena si è iniziato a parlare di influenza A, qual è stata l’arma consigliata per difendersi? Il vaccino. Una coincidenza, forse da milioni. Ebbene sì, perché malgrado l’emergenza iniziale, molti governi occidentali oggi si ritrovano con scorte inutilizzate di farmaci antivirali contro il virus A (H1N1).E questo semplicemente perché gli allarmi dell’Oms e di molti media si sono rivelati eccessivi se non addirittura un bluff, che però a conti fatti, hanno favorito le grandi multinazionali del farmaco: il Big Pharma infatti avrebbe fatto incassare circa 7 miliardi di dollari. Non male, vero? Altro che pandemia.

Per quanto concerne invece la seconda accusa, si punta il dito contro una mancanza di trasparenza nei suoi processi decisionali sulla gestione del virus H1N1 da parte dell’Oms e delle istituzioni sanitarie pubbliche. Inoltre, il Comitato per la salute dell’Assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa sostiene che ci siano persino prove inconfutabili di un allarmismo fuori luogo, soprattutto durante il passaggio rapido verso il livello 6 della pandemia, in un momento in cui l’influenza dava sintomi relativamente modesti, si legge nel rapporto. Insomma la situazione per l’Oms si appresta ad essere davvero delicata. Ora non resta che attendere l’esito del giudizio di tali accuse che saranno sottoposte all’Assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa e dei suoi 47 stati membri il prossimo 24 giugno.

Il direttore Editoriale
Giovanna Celia


Celia G., “L’OMS sotto accusa” editoriale “Psicologia Clinica Psicoterapia oggi” periodico trimestrale tecnico-scientifico, on line iscritto al n. 99-2007 registro della stampa Tribunale di Roma, Edizioni Mago, Roma, anno II, N. 2 [ DOWNLOAD PDF ]